Vai al contenuto

Cos’è?
Perché?
Arte.
Questa risposta chiude gli interrogativi.
Ma vorrei divagare.
La musica è un mostro, la chitarra ti mangia le mani: è una donna avida di voluttà inconfessate e infinite.
La musica è Dio. Architetto di geometrie assolute ed immortali, capace di disegnare su cinque righe perfezioni e cacofonie, dimostra anche nel jazz la preminenza dell’errore, e la chitarra è il suo messaggero.
La musica che esce dal buco nero unisce me a me stesso, chiarisce le mie contraddizioni grazie a una lingua fuori dalla psicoanalisi, e mi rende speciale, un cantante di chitarra che sferra vibrazioni e fa da medium tra questo mondo e tutti quelli che ho in testa, che dal buco prendono forma, sostanza e colore. Do, re, mi, fa, sol, la, si……….pioggia di suoni che cadono dal cielo, come la neve: a volte, quando suono, torna Natale.

Edoardo Casetta 15 gennaio 2009